Conversioni patenti estere

Conversione di patente di guida estera

Cosa fare

Presentandovi presso la nostra agenzia, per l’istruzione della pratica si potrà effettuare la visita medica, successivamente alla visita con esito positivo potremo dar luogo alla pratica.
E’ possibile convertire i documenti di guida rilasciati da Stati per i quali ci sono condizioni di reciprocità secondo le istruzioni impartite dalla Direzione Generale della M.C.T.C. Per i titolari di patente di guida rilasciata dagli Stati membri dell’Unione Europea, non è più richiesta la conversione della patente posseduta, ma è possibile ottenerne il riconoscimento, presentandoci un’autocertificazione in carta semplice, in cui si dichiari la propria residenza anagrafica in Italia, ovvero un certificato di residenza in bollo; se la patente rilasciata da altro Stato membro è scaduta di validità, ovvero se fra la data di rilascio e quella di presentazione della richiesta, intercorre un periodo di tempo superiore o uguale a quello stabilito per la specifica categoria, occorre anche un certificato medico.
Per gli Stati non membri dell’Unione Europea presentandovi presso la nostra agenzia, per l’istruzione della pratica si potrà effettuare la visita medica, successivamente alla visita con esito positivo potremo dar luogo alla pratica.
La patente rilasciata da uno dei sottoelencati stati viene consegnata all’ufficio della Motorizzazione Civile di Milano che ci consegna ricevuta di avvenuta presentazione di domanda di duplicato, con la quale è possibile circolare per un periodo di 180 giorni; entro tale periodo la Motorizzazione ci darà comunicazione dell’avvenuta definizione della pratica e previa restituzione della ricevuta d’istanza, ci consegnerà la nuova patente.

Cosa occorre

1) Documento d’identità valido e non scaduto dal quale si possa rilevare la residenza in Italia, ovvero, nel caso che quest’ultima sia variata, un certificato di residenza in bollo
2) N.3 foto recenti formato tessera su fondo chiaro e a capo scoperto, stampate su carta non termica
3) Patente estera originale in visione, in corso di validità
4) Traduzione dei dati contenuti nella patente estera. La conformità della traduzione al testo straniero deve essere certificata dalla rappresentanza diplomatica italiana nel paese in cui è stata emessa la patente, o dalla rappresentanza diplomatica in Italia del paese che ha rilasciato la patente, ovvero ancora da un traduttore ufficiale abilitato con autentica e legalizzazione della traduzione stessa, cittadini italiani o stranieri, che compilino la traduzione su carta legale per atti giudiziari con apposito giuramento prestato davanti ad un cancelliere giudiziario (art. 5 R.D. 9.10.1922 n. 1366) o davanti ad un notaio
5) Permesso di soggiorno in originale
6) Eventuale dichiarazione anagrafica qualora sussista discordanza tra i dati anagrafici indicati sulla patente estera e restante documentazione;

Elenco stati le cui patenti possono essere convertite (aggiornamento al 31/12/2000)

1)L’accordo con la Slovenia in materia di conversione di patenti di guida è valido per cinque anni a decorrere dal 17/07/1996
2)Traduzione + autenticità consolato
3)Traduzione – (occorre la traduzione anche se comunitaria)
4)Timbro permanente
5)Traduzione del consolato – solo patente plastificata
6)Non occorre traduzione.

Per iscriverti al corso per conseguire la patente di guida, scrivici a info@autoscuolelino.it

Share by: